“Nel Piano strategico per la vaccinazione anti-Covid il personale scolastico e universitario è stato inserito tra i gruppi prioritari della seconda fase. Quei principi di equità richiamati nel documento curato dal Ministero della Salute, però, non vengono rispettati nel caso del personale scolastico pendolare tra una Regione e l'altra”. Lo afferma, in una nota, la deputata di Forza Italia, Maria Spena. “Sono numerose – continua – le segnalazioni di chi non ha potuto procedere alla prenotazione attraverso le piattaforme telematiche. Per effettuare l’iscrizione, infatti, è necessario inserire il codice meccanografico dell’istituto in cui si presta servizio che però non viene riconosciuto dal sistema della Regione di residenza. Così come, è impossibile prenotarsi sulla piattaforma della Regione in cui si lavora perché sprovvisti del requisito della residenza. Insomma, un pasticcio burocratico che pregiudica l’esercizio di un diritto riconosciuto e provoca un'ingiusta discriminazione. Anche in virtù della necessità di mettere in sicurezza le nostre scuole – conclude Spena –, è importante che si intervenga in fretta per sbrogliare questo nodo e fare chiarezza sulla situazione”.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 19:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print