“Le zone a rischio elevato di contagi e con le strutture sanitarie in affanno, come quelle arancioni e rosse, abbiano la precedenza nelle vaccinazioni. Se si procede con il ‘bastone’ delle restrizioni e delle chiusure, si dia loro anche la ‘carota’ della speranza: i vaccini. Non si può continuare a intervenire allo stesso modo su tutto il territorio nazionale, servono misure differenziate. Questo vale anche per le aree in cui la situazione va via via migliorando e dove, invece, andrebbero allentate le limitazioni. Penso alla riapertura dei ristoranti la sera fino alle ore 22, orario di coprifuoco nazionale. Sia chiaro, questo non significa riaprire tutto indistintamente, ma solo dove non vi è quasi più rischio sanitario. Sarebbe un segnale di fiducia per l’intero Paese”. Così, in una nota, la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato e responsabile del movimento azzurro per i rapporti con gli alleati, Licia Ronzulli.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 19:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print