“Vaccini in base al Pil? La campagna di vaccinazione serve a tutelare la salute degli italiani, azzerare il numero delle vittime, decongestionare l'afflusso negli ospedali e riportare il paese alla normalità. Utilizzare il parametro del Pil, anche se fosse legato alla densità delle imprese, per l’attribuzione dei vaccini è un'ipotesi contraria alla civiltà e ai diritti universali. Immagino sia stata solo un’affermazione infelice e non una proposta formale che non abbiamo mai ricevuto e, in ogni caso, mi pare sia stata già superata dal buon senso”. Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, lasciando il Senato.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 19 gennaio 2021 alle 13:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print