“Gli operatori dei trasporti siano vaccinati quanto prima. Subito dopo la vaccinazione degli operatori sanitari e sociosanitari, dei residenti e del personale dei presidi residenziali per anziani e delle persone di età avanzata, siano vaccinati anche le lavoratrici e i lavoratori dei trasporti, che garantiscono un servizio essenziale al pari degli insegnanti, del personale scolastico, delle forze dell’ordine, del personale delle carceri e dei luoghi di comunità”. Lo dice il senatore Vincenzo D’Arienzo, capogruppo del Pd nella commissione Trasporti. “Si tratta – continua D’Arienzo – di personale che continuando a fornire la propria opera, vive quotidianamente una rilevante ‘socialità’ in ragione dei numerosissimi contatti con passeggeri dei vari e tanti mezzi di trasporto. La strategicità del loro contributo per l’erogazione e la continuità di un servizio essenziale per il Paese va garantita anche con la vaccinazione con caratteristiche prioritarie. Peraltro, tutte le aziende dei trasporti sono dotate di strutture sanitarie interne alle quali può essere assegnata la funzione di vaccinare il personale interessato”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 12:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print