“Come dimostra il caso sudafricano le varianti rischiano di riportare l’orologio indietro nella lotta al Coronavirus generando pressione sugli ospedali, pericoli per la popolazione e nuovi blocchi alle attività economiche. Questo è inaccettabile anche perché la comunità scientifica ci ha fornito gli strumenti per contrastare la pandemia: sostenere con più forza le campagne di vaccinazione dei Paesi più poveri, dove appena l’1% dei cittadini ha completato il ciclo di vaccinazione, è adesso un dovere morale. Raccogliamo dunque l’appello dei sindaci degli infermieri di 28 Paesi membri, tra cui Italia, e sospendiamo temporaneamente i brevetti di vaccini. È questa la strada giusta. Il Parlamento europeo a più riprese, e da ultimo settimana scorsa, ha chiesto un intervento in tal senso della Commissione europea. Adesso abbiamo una nuova importante occasione: i negoziati multilaterali della 12ema conferenza ministeriale del WTO che si apriranno domani a Ginevra mettano sul tavolo la proposta di India e Sud Africa. Non c’è più tempo da perdere, le varianti sono pericolose, liberalizziamo i brevetti così da aumentare la produzione dei vaccini e sosteniamo i Paesi più poveri. Solo immunizzando il più possibile potremo prevenire il nascere di nuove e ancora più pericolose varianti”, così in una nota Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 29 novembre 2021 alle 11:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print