“Orban si è messo fuori dall’Unione europea. Ringraziamo la Commissione europea per aver confermato la decisione di sospendere l’erogazione di 7,5 miliardi di fondi europei destinati all’Ungheria. Si tratta di una scelta doverosa che tutela in primis gli interessi dei contribuenti europei, considerate le troppe ombre di conflitti d’interesse, corruzione e malversazione registrate in Ungheria. La decisione del collegio dei Commissari è in linea con la risoluzione del Parlamento europeo sullo stato di diritto in Ungheria votata settimana scorsa in plenaria e sostenuta dal Movimento 5 Stelle e non da Fratelli d’Italia e Lega. Adesso l’ultima parola spetta al Consiglio che a dicembre sarà chiamato a esprimersi a maggioranza sull’attivazione del meccanismo di condizionalità. Tocca adesso al governo italiano prendere una decisione formale in Consiglio. Dopo la spaccatura nel voto al Parlamento europeo, la maggioranza del governo Meloni cosa farà? Noi non abbiamo dubbi: l’Italia deve stare dalla parte dei diritti e dell’UE”, così in una nota Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 30 novembre 2022 alle 23:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print