"L'Italia è stata il primo paese a vedersi approvato il PNRR, il più grande documento di investimento che si è visto dal dopoguerra ad oggi con cui potremo cambiare il volto del nostro paese e portarlo nel futuro. Siamo stati i primi ad ottenere 24,9 mld come anticipo dell'Unione europea in segno di fiducia per il lavoro che stiamo portando avanti, i primi ad effettuare la riforma della Giustizia e della Pubblica Amministrazione. E adesso, con la prossima legge di Bilancio, si passa dalla politica della domanda fatta di sussidi, fondamentali nella pandemia, alla politica dell'offerta per aumentare la crescita e ridurre le tasse per famiglie e imprese attraverso il taglio del cuneo fiscale. E mi consenta, non da economista, ma da madre di famiglia che sa far di conto: servono almeno 10mld, quindi più di un terzo dell'intera manovra. E lo possiamo fare anche grazie all'allentamento delle maglie del patto di stabilità europeo, una scelta giusta tanto più perché è in atto una pandemia, con tutte le sue conseguenze sanitarie, economiche e sociali, che rende necessaria una politica sinergica e realmente comune tra i vari Stati dell’Unione" 

Lo dichiara Licia Ronzulli, vice presidente dei senatori di Forza Italia, intervenendo in aula in occasione delle comunicazioni del Premier Draghi in vista del prossimo Consiglio 
europeo. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 ottobre 2021 alle 21:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print