“Il Movimento 5 Stelle dà fiducia e augura buon lavoro alla nuova Procura europea, sperando che possa divenire un utile strumento per contrastare le frodi contro il bilancio dell’Unione. Quello che auspico fin da subito è che non vi siano sovrapposizioni con altri organismi come Eurojust, che già svolge egregiamente il suo compito. Anzi, devono esserci sinergia e cooperazione non solo con le agenzie europee, ma anche con le Procure degli Stati membri, con uno scambio di dati funzionale e reciproco. Per poter operare efficacemente, è fondamentale che la Procura europea sia dotato delle risorse finanziarie adeguate e per un’azione più omogenea, ci auguriamo che presto ne facciano parte tutti i 27 Paesi dell’Unione europea, non solo 22 come è attualmente. È necessario che al più presto tutti i Paesi completino le nomine previste perché vi sia una piena funzionalità di questo strumento. Restano infine ancora lacune nell’organigramma e probabilmente in futuro si dovranno fare degli adeguamenti, ma non possiamo che essere soddisfatti del suo ruolo nella lotta a frodi e abusi”, così in un intervento in plenaria Sabrina Pignedoli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 24 giugno 2021 alle 19:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print