"Come il personaggio di Zelig, anche Giorgia Meloni aderisce psicologicamente ai suoi interlocutori. Dopo le scampagnate con von der Leyen, in Italia e fuori, e le aperture al Ppe, riappare oggi in video, davanti al pubblico di Vox, e torna la Meloni di sempre: contro l'unità politica dell'Europa, infiamma le platee dei sovranisti e riscuote l'apertura di Le Pen. E fa dei conservatori il riferimento dei populisti e dei sovranisti.

Votarla significa condannare l'Europa all'irrilevanza nei rapporti internazionali. Meloni rappresenta con la sua politica una grave minaccia per chi coltiva l'obiettivo dell'unità politica europea". Così Osvaldo Napoli, componente della segreteria di Azione.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 19 maggio 2024 alle 18:45
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print