“Il Patto di Stabilità ha fatto fin troppi danni. Non è servito a ridurre il debito e gli squilibri economici e finanziari dell’Unione e ha penalizzato la crescita economica. L'Europa inoltre non riesce a contrastare la disoccupazione, la povertà e le diseguaglianze economiche e sociali in modo efficace. Questi squilibri creano diffidenze e tensioni reciproche fra gli Stati membri, acuite dalla pandemia. Modificare i Trattati europei, cosi come più volte ha chiesto il Movimento 5 Stelle, non è un’opzione ma una necessità dettata dalla storia. Piuttosto che ripetere vecchie ricette, la Commissione europea favorisca il dialogo per mettere alle spalle gli errori del passato rappresentati dalle politiche di austerity”, così in una nota Mario Furore, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 02 giugno 2021 alle 19:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print