“Il Movimento 5 Stelle ha grande aspettative sulla Presidenza francese del Consiglio dell’Unione europea. Su molti temi Italia e Francia hanno una visione comune e insieme possiamo portare l’Europa fuori dalle secche dell’immobilismo, dell’egoismo e della duplice pandemia che condiziona la vita dei cittadini, quella sanitaria e quella energetica. Il Movimento 5 Stelle consegna oggi al Presidente Macron le sue tre priorità: il salario minimo. Dopo il voto del Parlamento europeo sono iniziati i negoziati con il Consiglio. Serve un accordo ambizioso per far aumentare gli stipendi degli europei, combattere le delocalizzazioni, il dumping salariale e la competizione sleale fra imprese. La seconda è la riforma del Patto di Stabilità e crescita. La pandemia ha archiviato l’austerity, per noi per sempre. Gli investimenti verdi e sociali devono essere liberati e scomputati dai futuri vincoli di bilancio. Infine, la transizione ambientale ed energetica. Non c’è più tempo da perdere: dai trasporti all’energia, dall’industria alla finanza tutti i settori devono dare il loro contributo per salvare il nostro Pianeta dai disastrosi cambiamenti climatici. I prossimi sei mesi saranno decisivi per il futuro dell’Europa e delle prossime generazioni. Macron ha una grande responsabilità. Sia coraggioso e ambizioso e potrà contare sul sostegno del Parlamento europeo”, così Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, durante un intervento in plenaria.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 19 gennaio 2022 alle 14:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print