"Vladimir Zelensky, in quanto capo di un regime ostile, è un obiettivo militare legittimo per la Russia". Lo ha dichiarato Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, in un'intervista alla Tass. Medvedev ha aggiunto che la fine del mandato di Zelensky come presidente "non cambierà nulla". Ha spiegato: "Zelensky è già a capo di un regime politico ostile alla Russia, che ci fa la guerra. I leader dei paesi in guerra sono sempre considerati obiettivi militari legittimi. Per noi, è già un criminale di guerra e la perdita del suo status ufficiale non cambia nulla".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 21 maggio 2024 alle 10:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print