"Siamo qui per testimoniare con voce chiara e decisa che che siamo dalla parte del popolo ucraino”. Lo ha dichiarato Ugo Cappellacci, deputato e presidente della sezione Ucraina dell’Unione Interparlamentare, dopo aver partecipato ai lavori odierni del Parlamento ucraino. "Quando tra decenni i posteri studieranno la Storia non vogliamo che si chiedano come ha fatto il mondo a voltarsi dall’altra parte dinanzi all’orrore della guerra, che – ha sottolineato il deputato che ha visitato anche Bucha e Leopoli - abbiamo visto con i nostri occhi. Una guerra che non ha giustificazione alcuna e che deve cessare al più presto possibile, per costruire una pace vera e duratura. Non possiamo accettare che le lancette della Storia scorrano vorticosamente all’indietro e che ritornino i fantasmi del passato. In queste settimane in Italia la Camera sta approvando nuove misure di aiuti al popolo ucraino e in particolare ai profughi che fuggono dalla furia delle armi. Se qui sì è fermato il tempo, è da qui che si deve ricominciare, con quella visione europea ben sintetizzata dallo statista italiano Alcide De Gasperi, con quel “retaggio europeo comune, di quella morale unitaria che esalta la figura e la responsabilità della persona umana col suo fermento di fraternità evangelica, col suo colto del diritto ereditato degli antichi, col suo culto della bellezza affinatesi attraverso i secoli, con la sua volontà di verità e di giustizia acuita da un’esperienza millenaria”. "Per questo – ha concluso Cappellacci - siamo con voi, siamo col popolo ucraino e lo saremo fino in fondo”.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 22 maggio 2022 alle 23:15
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print