"Brutta pagina di tv a 'Diritto e rovescio' su Rete 4: proprio da una puntata dedicata a stigmatizzare l'odio verbale dopo il caso Gozzini arriva un messaggio pericoloso col trattamento riservato a Vauro. Non condividere cosa dice un ospite non può giustificare insulti e togliere la parola". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. 

"Spetta ai conduttori – prosegue Anzaldi – fare in modo che le discussioni non degenerino. Se gli animi si scaldano, chi modera il dibattito dovrebbe mantenere un ruolo sopra le parti. E' accettabile, invece, vedere addirittura arrivare a espressioni offensive?". 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 13:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print