"L’intervista di Mara Carfagna ancora Ministro in quota Forza Italia, perché non risultano dimissioni dalla carica nonostante il cambio di partito, mi lascia attonita, per le accuse lunari rivolte al nostro movimento. Ieri sera a La 7 è andato in onda uno spettacolo avvilente, fatto di invettive che per falsità e violenza rispedisco con forza al mittente. Basta con lo stanco ritornello della nostra sudditanza alla Lega, per motivare il tradimento perpetrato ai danni degli elettori. Io per inciso Cara Ministro, non mi sono mai sentita suddito di nessuno, né della Lega ne’ di altri alleati che a seconda dei sondaggi sono stati individuati come nemici da abbattere per strizzare l’occhio a sinistra. Io come milioni di azzurri, sono orgogliosa della mia identità e se possibile ancora più fiera del mio Leader: Silvio Berlusconi. Campione in ogni settore della vita pubblica. Se poi parliamo di serietà, responsabilità, europeismo, atlantismo e valori, diciamo anche, che non accetto lezioni da chi li ha traditi trovando casa, presso un signore eletto nelle file del Partito Democratico, già Ministro dello stesso colore e fino a qualche giorno fa in coalizione con Fratoianni. Riguardo poi la caduta del governo, sono costretta a ricordare quanto spiegato dal potenziale nuovo alleato del Ministro, il Sen. Renzi. Ovvero che è stata la sinistra ad orchestrarla per avere un Conte Ter con il Presidente Draghi a Palazzo Chigi. Tentativo fallito per il gran rifiuto pentastellato. Concludo evidenziando che è troppo comodo gettare fango su forza italia, quando da forza italia e nella fattispecie dalla generosità di Silvio Berlusconi si è avuto tutto, arrivando a ricoprire anche la carica di Coordinatore Nazionale tramite cooptazione, e non di certo per la democrazia congressuale, rinnegata ieri e non casualmente invocata oggi". Lo dichiara Maria Tripodi, deputata di forza italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 10 agosto 2022 alle 09:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print