"La questione dei balneari è importante ma non ci possiamo permettere uno scontro all’arma bianca su quel tema, specie dopo che il Parlamento italiano è intervenuto per due volte e per due volte non è riuscito ad essere minimamente risolutivo e ha scaricato su sindaci e Regioni una serie di problemi tutt’ora aperti. Diamo tutte le garanzie che possiamo alle imprese familiari però poi arriviamo a una soluzione".

Così, oggi sul Corriere della Sera, il governatore della regione Liguria Giovanni Toti.

"Si può andare al bipartitismo con le primarie all’americana o si può andare al proporzionale - spiega Toti. Ragioniamone, ma il fatto che questa legge elettorale non abbia funzionato è sotto gli occhi di tutti. E' difficile fare finta che le due coalizioni così come sono oggi rappresentino la situazione del Paese. Basta vedere quello che sta succedendo a Roma su un banalissimo inceneritore o vedere che nel centrodestra non c’è una posizione comune sulla maggior parte degli argomenti strategici".

"Se resta questa legge elettorale - prosegue il governatore ligure - succederà una cosa molto semplice. Che dopo le elezioni le coalizioni in Parlamento, come è accaduto in questa legislatura, si sparpaglieranno e cercheranno equilibri diversi. Veniamo da due anni di pandemia, c’è la guerra con tutto quello che comporta, bisognerebbe abbassare i toni della campagna elettorale, trovare degli elementi comuni di sistema e magari costruire i presupposti di un’alleanza larga anche nella prossima legislatura".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 25 maggio 2022 alle 12:00
Autore: Simone Gioia
vedi letture
Print