"Io sono il più grande avversario del Superbonus, non l'ho mai votato e ho sempre chiesto di chiuderlo, ma c'è un punto: quel tipo di provvedimento retroattivo non funziona". Lo ha dichiarato il leader di Azione, Carlo Calenda, intervenendo nel corso di una conferenza stampa alla Camera. 

"Lo provammo a fare noi con gli incentivi alle rinnovabili e non funzionò, ci prendemmo un sacco di cause. Il mio consiglio a Giorgetti è: stia attento, rischia di montare un grande macello per una cosa che poi o non riesce o dà gettito limitatissimo", ha aggiunto. "Oggi presentiamo un disegno di legge delega che rende impossibile per un'azienda che è destinataria di finanziamenti pubblici diretti, di concessioni o di appalti di finanziare la politica. Perché oggi questo è del tutto legale e del tutto sbagliato. Noi lo applichiamo in Azione come codice di condotta, non accettiamo questi finanziamenti. Va fatta una norma", ha affermato il leader di Azione presentando una nuova iniziativa politica. "Manderò questa proposta a tutti i segretari di partito, anche a Meloni, per rispondere a quella che è un'esigenza che riguarda il conflitto d'interessi, che va regolato", ha aggiunto. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 14 maggio 2024 alle 17:20
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print