"Il testo della legge sul superbonus fu un testo   scritto male e poi gestito ancor peggio, che ha creato una emorragia nei conti pubblici e portato a un buco enorme nei conti pubblici. Ma la deducibilità - per i cittadini che ne avevano diritto - dei crediti dei bonus edilizi a compensazione ampliata, dai 4/5 anni previsti a 10 anni, ha creato e ci crea imbarazzo. Inoltre, il sistema bancario deve avere un rapporto sano e leale con le aziende che hanno ceduto loro i propri crediti dei bonus edilizi, mentre ora, in modo retroattivo, il governo stabilisce che la compensazione dovuta venga limitata dall'esclusione dei loro costi previdenziali e assicurativi, creando loro evidenti disagi di bilancio.

Noi siamo contro i provvedimenti retroattivi perché se lo Stato prende accordi con i cittadini e imprese, gli stessi vanno rispettati e eventuali modifiche (come nel caso) devono riguardare solo il futuro e non essere retroattivi". E' quanto dichiara a Tgcom Paolo Barelli, presidente dei deputati di Forza Italia. "Siamo una coalizione e questo significa anche avere anche idee diverse, per poi trovare le dovute convergenze che purtroppo in questo caso non ci sono state".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 24 maggio 2024 alle 23:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print