“Mi associo completamente – dichiara la Consigliera regionale dei Lombardi Civici Europeisti Elisabetta Strada - alle preoccupazioni e alla richiesta dei sindaci della Città Metropolitana di Milano che ieri hanno scritto a Marco Bussetti (Dirigente Ufficio Scolastico territoriale di Milano) per chiedere subito la pubblicazione delle graduatorie aggiornate del personale docente al fine di procedere con urgenza all’assegnazione completa delle cattedre nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado. Ad oggi, per fare un esempio, nelle scuole primarie è assegnata solo una cattedra su due e la situazione in molte scuole secondarie di primo e secondo grado è ancora più critica.”

Questi ritardi impediscono in generale alle scuole di funzionare fornendo orari e servizi completi e adeguati a migliaia di studenti, e in particolare privano degli insegnanti di sostegno moltissimi degli studenti che ne necessitano.

Da mesi viene data un’attenzione maniacale ai metri di distanza, ai nuovi banchi, ai divisori ma il vero problema è che manca una quantità enorme di docenti e la scuola, dopo mezzo anno scolastico svolto in remoto per il lockdown e il sospirato ritorno in aula dei ragazzi dal 14 settembre, non è ancora in grado di funzionare regolarmente perché troppe cattedre sono vuote.

“Come Consigliera regionale mi appello all’Assessore regionale all’Istruzione Melania De Nichilo Rizzoli, e naturalmente al Dirigente Bussetti, perché si adoperino per dare la massima priorità al normale rientro a scuola di tutti gli studenti lombardi.”

Così dichiara Elisabetta Strada, Consigliere regionale dei Lombardi Civici Europeisti

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 17:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print