“Nonostante le critiche arrivate da tutte le parti, il governo tira dritto e approva la riforma della gestione economica e finanziaria delle società sportive. L’autonomia salta e si apre a nomine governative. È un evidente conflitto d’interessi visto che tra le fila della maggioranza ci sono noti Presidenti di società di calcio.

Se domani uno di loro diventasse Ministro dello Sport saremmo davanti all’assurdo caso del controllore che controlla il controllato. Noi lo ripetiamo ancora una volta: l’autogoverno del mondo dello sport rappresenta un valore che va preservato, serve una terza via con organi di verifica dei bilanci che siano realmente indipendenti, in primis dalla politica”, così in una nota Carolina Morace, candidata circoscrizione Centro alle elezioni europee per il Movimento 5 Stelle. 

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 25 maggio 2024 alle 09:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print