“La politica ha un senso se prova ad affrontare i problemi delle persone. Mai come in un passaggio del genere c’è bisogno che la politica abbia questo effetto. Le istituzioni repubblicane a tutti i livelli devono fare tutto il possibile per provare a risolvere i problemi che ci sono, sapendo che non c’è una bacchetta magica, non ci sono soluzioni miracolistiche, ma un lavoro quotidiano che va svolto col massimo dell’impegno”. Lo ha detto a Sky TG24 Live In Courmayeur, l’evento di Sky TG24 per portare il dibattito sul territorio ,  il ministro della Salute Roberto Speranza.

“Sono orgoglioso dei medici del nostro Paese come di tutto il personale sanitario. I medici italiani hanno dato una prova straodinaria. Tante volte ho sentito parlare di eroi, a me non piace la cultura che cerca l’eroe o chi fa il miracolo, le persone con la bacchetta magica, ma un Paese in cui si coltivino virtù antieroiche. Mi viene in mente Brecht che diceva ‘Beati i popoli che non hanno bisogno di eroi' diceva Brecht. Il nostro personale sanitario è stato straordinario, facendo giorno e notte il loro lavoro. Fare il medico è anche una scelta di vita. Dobbiamo essere grati ai nostri medici per il lavoro che svolgono come a tutto il personale sanitario: infermieri, tecnici, farmacisti”.

“Ogni attività è importante, non me la sentirei di fare una classifica. Stiamo facendo scelte che sono sacrifici. Nessuna attività quando chiude rappresenta un sacrificio basso. Sono sacrifici indispensabili, non sono bizze. Sacrifici che siamo costretti a chiedere prima di tutto a chi lavora in quei settori. Quando abbiamo detto a quelle persone di fermarsi sappiamo che abbiamo provocato conseguenze molto serie, nessuna di queste scelte viene fatta a cuor leggero”.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 05 dicembre 2020 alle 16:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print