"Con la Commissione europea stiamo lavorando per chiudere contratti con tutte le altre case farmaceutiche che sono al lavoro sui vaccini anti-Covid, e proveremo nelle prossime ore a livello di commissione Ue a chiudere altri contratti" per l'approvvigionamento di un futuro vaccino. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell'informativa al Senato. Il ministro ha inoltre rilevato come in questa partita "l'Italia non sta a guardare ma è in prima linea" e "ci auguriamo che nel giro delle prossime settimane possano esserci ulteriori risultati positivi. Un vaccino "sicuro e certo e validato può metterci nelle condizioni di vincere definitivamente la battaglia, il nostro paese ci sta investendo con tutte le energie. l'italia - ha spiegato Speranza - ha già sottoscritto una alleanza per i vaccini con altri paesi e abbiamo sottoscritto un primo accordo importante con AstraZeneca che ci consentirà di avere le prime dosi del candidato vaccino entro la fine del 2020". Il vettore virale di tale vaccino, ha ricordato, "è prodotto dalla Irbm di Pomezia e infialamento avverrà per le dosi europee ad Anagni". C'è poi, ha concluso Speranza, " un vaccino tutto italiano di Reithera per il quale è iniziata la fase di test sull'uomo. Questo è un orgoglio del Paese, è avviato il percorso e ci auguriamo sia positivo". 

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 06 agosto 2020 alle 16:00
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print