“Nonostante tutti gli sforzi dell’Unione europea e dell’Onu in questi anni per la ricostruzione e la stabilizzazione politica della Somalia, purtroppo questo sventurato Paese è ancora oggi dilaniato da violenza, terrorismo jihadista, carestie, malnutrizione, corruzione e atti di criminalità. Dobbiamo garantire che le elezioni non siano ritardate oltre la data di dicembre altrimenti questo fornirebbe ancora più spazio ad Al-Shabaab per riguadagnare terreno ed influenza ma dobbiamo anche riflettere sull’imminente scadenza del mandato dell'AMISOM per pensare a come possiamo garantire, aiutare a costruire sicurezza in Somalia. Dobbiamo avere un approccio realistico ed accessibile, che spinga per un maggior coinvolgimento dell’Onu ma che debba anche cercare di garantire che venga fornita una sicurezza somala rispettosa dei diritti umani, capace di fornire ‘soluzioni concrete agli africani per problemi africani’, proteggere giornalisti e difensori dei diritti umani, impedire che i bambini somali siano condannati a essere bambini soldato o a morire di fame. Questo è quello che dobbiamo realizzare stando al fianco delle comunità locali, stando al fianco della società civile e di tutti coloro che non vogliono che la Somalia diventi uno stato fallito”, così Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Vicepresidente del Parlamento europeo, in un intervento in plenaria.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 25 novembre 2021 alle 13:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print