"La dittatura è il tentativo di impedire la pluralità di idee. Giuseppe Conte, un personaggio di periferia, vuole imporre il silenzio. Per lui è una vittoria il far tacere due donne, l’impedire il dialogo tra Meloni e Schlein, quando per l’elettore è fondamentale invece avere il massimo di consapevolezza attraverso il confronto delle idee. Ha ragione Bruno Vespa a denunciare la par condicio. Conte è un burattino che si è convinto di poter manovrare l’informazione con l’estensione del concetto grottesco e poliziesco della par condicio. E’ i1 tentativo d’imporre il pensiero unico impedendo perfino alla maggioranza di parlare. Il silenzio invocato da questo burattino è la logica conseguenza di una legge fatta da un cretino contro Berlusconi". 

Lo scrive su X il candidato di Fdi alle europee, Vittorio Sgarbi.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 20 maggio 2024 alle 23:00
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print