"Il ministro Speranza ha giustamente chiamato il vaccino 'bene comune', io chiedo a tutti un atto di onestà intellettuale: chi si oppone alla sperimentazione animale deve essere consapevole che la sua posizione condannerebbe il mondo a soccombere al virus". Così la senatrice a vita e scienziata Elena Cattaneo, intervenendo in Senato dopo l'informativa del ministro Speranza. "Ministro, lei lo ha ricordato, sono molti i candidati vaccini allo studio: 157 di cui 13 in fase clinica Tre, la più avanzata. Non uno di questi avrebbe potuto procedere senza sperimentazione animale.". Per questo "mi rivolgo a lei perché fin dalle prossime settimane in un soprassalto di orgoglio, giusto per la situazione, sappia far prevalere sulle logiche identitarie e di partito l'interesse dei cittadini per consentire le condizioni della ricerca biomedica".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 13:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print