“No alla propaganda gender nelle scuole. Questo il nodo chiave della risoluzione presentata dalla Lega in commissione. Siamo contrari a questo indottrinamento unilaterale e acritico con il quale, senza un adeguato coinvolgimento dei genitori e senza un dibattito aperto, si vorrebbe imporre un pensiero ben lontano dalla libertà educativa e dal pluralismo. Ricordiamo, inoltre, che una circolare del Ministero dell'istruzione del 2015 esclude la propaganda di ideologie gender nelle scuole. Senza dimenticare il monito di Papa Francesco che ha definito questo pensiero una ‘brutta ideologia del nostro tempo’ che ‘cancella le differenze e rende tutto uguale’”. 

Così il deputato Rossano Sasso, capogruppo della Lega in commissione Istruzione e primo firmatario della risoluzione.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 21 maggio 2024 alle 09:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print