"Ancora una volta il ministro Valditara si avventura alla ricerca di soluzioni improvvisate per la scuola, salvo poi dover precisare, mettendo una toppa peggiore del buco". Lo afferma la deputata di Azione Daniela Ruffino.

"La proposta di classi separate per gli studenti di origine straniera con deficit linguistico o matematico si commenta da sola e dimostra quantomeno poca conoscenza del mondo dei ragazzi, delle loro esigenze, di come vanno sostenuti se si trovano in difficoltà. Al ministro ricordo che nelle periferie, a partire da Caivano, quello di cui più c'è bisogno sono gli insegnanti. Non percorsi ghettizzanti ma eserciti di insegnati, tra cui ovviamente anche quelli di sostegno. Si tratta di un'elementare questione di diritti, che riguarda ogni studente, di qualsiasi età, origine e provenienza. Non saperlo è grave. Il ministro merita senza dubbio un'insufficienza", conclude la parlamentare.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 01 marzo 2024 alle 19:40
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print