"Io credo servirebbe un po' di differenziazione degli orari da parte delle scuole, in particolare superiori". Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, a Forrest su Rai Radio1 rispondendo a una domanda sulla preoccupazione relativa alle riaperture delle scuole. Se si scaglionassero di "qualche ora alcuni ingressi di lezione", spiega Bonaccini, si aiuterebbero "anche le amministrazioni locali e le aziende di trasporto pubblico". "Noi abbiamo impegnato e prenotato mezzi privati, tanti - dice Bonaccini - ma se rimane al 50% la capienza sui bus tu devi raddoppiare il numero di mezzi", ma - primo punto - "c'e' da trovare mezzi" e in Emilia-Romagna "la gran parte li abbiamo trovati". Secondo: "hai pero' un problema che e' legato al numero di persone che arrivano". Di qui la necessita' per il presidente emiliano di scaglionare gli orari. "Da un lato abbiamo i nostri studenti che da troppo tempo sono in Dad - aggiunge - ma bisogna evitare gli assembramenti, per quello servono mascherine e comportamenti adeguati. Noi cercheremo di fare al meglio, non e' facile perche' credo che non ci siano esempi in giro che abbiano gia' risolto se non quali, quelli coi vaccini. Guardate Israele o la Gran Bretagna".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 20 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Federico Luciani
Vedi letture
Print