“In Commissione Sanità, sul delicato ed atavico tema delle liste d’attesa - afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega - sono stati snocciolati dei dati che, teoricamente, potrebbero essere mediamente accettabili, anche se tutt’altro che entusiasmanti. Numeri che, però-prosegue il Consigliere -cozzano contro una realtà dei fatti che vede, molto spesso, sulle cronache giornalistiche venire riportati degli accadimenti che testimoniano come ancora ci sia molta strada da fare, prima d’intravedere la luce in fondo al tunnel. Quindi-precisa l’esponente leghista - siamo alle prese, tuttora, con medici ed infermieri sotto stress per il superlavoro, Pronto Soccorso letteralmente ingolfati e generalizzata carenza di personale. Insomma-sottolinea il rappresentante della Lega - se la 'coperta è corta' le criticità permangono; magari, riguardo agli esami classici si riducono leggermente i tempi d’attesa, ma poi si scopre che vi è un grave arretrato in merito agli interventi chirurgici, tanto che i nostri corregionali sono costretti ad operarsi, talvolta, fuori Regione. E - conclude Giovanni Galli - è anche una questione organizzativa a livello territoriale, senza dimenticare la deleteria volontà di esternalizzare, sempre più, determinati servizi, con inevitabili oneri economici aggiuntivi sul bilancio”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 settembre 2022 alle 17:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print