"Accogliamo con soddisfazione il chiaro impegno del Governo nazionale a inserire la fibromialgia, malattia cronica e invalidante, nei Lea, ovvero livelli essenziali di assistenza; per questo, ringraziamo anche i nostri parlamentari per il lavoro svolto, evidenziando come l'operare in sinergia porti a risultati concreti", affermano Elena Meini e Giovanni Galli, Consiglieri regionali della Lega. "Una patologia che, come sottolineato nella mozione approvata a Roma, richiede maggiore attenzione e campagne d'informazione mirate per riconoscere tempestivamente i sintomi, con l'obiettivo di favorire una diagnosi precoce e adeguata", proseguono i Consiglieri regionali.

"Anche in Consiglio regionale ci siamo ripetutamente occupati di questa malattia (con un atto successivamente approvato), pertanto l'iniziativa governativa corrisponde ai nostri sforzi in Toscana volti a sensibilizzare la politica su questa problematica", precisano gli esponenti leghisti. "Chiedendo che le Regioni si impegnino a concentrare l'attenzione su questo delicato argomento, ci auguriamo che anche da noi vi sia la massima considerazione verso una patologia che, purtroppo, è spesso progressivamente invalidante e interessa un elevato numero di persone", sottolineano e concludono i rappresentanti della Lega.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 29 febbraio 2024 alle 21:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print