Matteo Salvini, leader della Lega, ha parlato ai microfoni di 7 Gold. "Mi metto nei panni di chi guarda. Ogni giorno si parla dei litigi dei 5Stelle. Il problema veri sono la cassa integrazione e il lavoro. Quale sarebbe l’alternativa a questo governo? Lasciamo che siano gli italiani a decidere. Abbiamo proposto in commissione Bilancio di dedicare bonus monopattini, che comunque non sono una priorità, a quelli prodotti in Italia. Emendamento bocciato da maggioranza Pd-5Stelle. Non c’è giorno che passa senza che noi chiamiamo l’INPS. Ci sono ancora migliaia e migliaia di persone che dopo 5 mesi non hanno ancora visto un euro di cassa integrazione. Avevamo proposto Stato-banca-lavoratore. Inascoltati. Al governo litigano su tutto: Autostrade, Ilva, Alitalia, strade bloccate. E tutto si ferma. Nel governo la vedono in maniera diversa su tutto. C’è chi ipotizza sui giornali che nel governo ci sia qualcuno che incentiva immobilismo non solo per incompetenza, ma anche per malafede. Non è che qualcuno sia lì per bloccare e dunque avvantaggiare aziende estere che voglio comprare attività italiane a basso costo? Controllare confini? Non è solo una battaglia di Salvini, ma soprattutto di legalità e di sicurezza. Recovery Fund? Soldi che forse arrivano tra un anno. Ma non c’è tempo, non possiamo aspettare un anno, le aziende hanno bisogno di soldi ora. Il limite al denaro contante? Una follia. Si lascino liberi i cittadini di scegliere. Anche perché se qualcuno vuole acquistare qualcosa in contanti lo può fare oltre confine dove non ci sono limiti. L’emergenza ora è indubbiamente il lavoro. Per non parlare della cassa integrazione che non arriva. E il governo cosa mette in agenda per luglio? La Legge elettorale".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 03 luglio 2020 alle 09:20
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print