Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg "o ritratta o si scusa o si dimette". Lo ha dichiarato il vicepremier Matteo Salvini nel corso di un evento elettorale a Napoli. "Dobbiamo difendere l'Ucraina aggredita e lo stiamo facendo sin dal primo minuto, ma non siamo in guerra contro nessuno" sottolinea il ministro dei Trasporti, aggiungendo che la Nato non può imporre di "uccidere in Russia né nessuno può imporci di inviare i nostri soldati a combattere o a morire in Ucraina". "Un conto è difendere, un conto è uccidere", precisa quindi il leader leghista.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 26 maggio 2024 alle 13:15
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print