“Gli assembramenti dentro le scuole nei giorni di occupazione rappresentano un grave problema sanitario. Gli studenti rimangono la notte negli edifici, c’è un pericolo molto forte di contagio perché non stanno certo con la mascherina”. A lanciare l’allarme per la situazione romana stamane, in un’intervista al quotidiano Il Tempo, è il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi di Roma, Mario Rusconi. Se i ragazzi che occupano sono in maggioranza vaccinati? “Ma che ne sappiamo? Non credo proprio lo saranno tutti, sono i distanziamenti che non ci sono in generale a favorire i contagi Covid. Inoltre, chi controlla che non entrino esterni?”, risponde Rusconi. “Io credo – aggiunge - che i genitori che lasciano i figli ad occupare in questo particolare momento di emergenza siano degli irresponsabili”. “E’ un controsenso grave – spiega ancora il leader dei presidi capitolini – che ci siano precise regole anti-Covid in ogni dove e si vedano poi immagini su profili pubblici social e altro di giorni “assembrati” di occupazione nelle scuole. Così i No-Vax potrebbero pure essere maggiormente spronati a continuare a protestare. Da due anni si è reintrodotta l’educazione civica a scuola, ma nel quotidiano le regole elementari di comportamento civico non sono messe in pratica”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 24 novembre 2021 alle 21:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print