"La decisione del presidente Silvio Berlusconi di rinunciare nel processo Ruby ter ad un suo diritto costituzionalmente tutelato per difendere la sua dignità e la sua storia, spazza via la valanga di illazioni e di volgari insinuazioni sul suo stato di salute e conferma le sue indubbie qualità di uomo delle istituzioni. Nessuna insensata perizia o sentenza potrà cancellare il ruolo del fondatore di Forza Italia e il consenso che gli italiani gli hanno assicurato negli anni. La speranza piuttosto è che sia assicurata vera giustizia, per cancellare, questo sì, l’offesa che gli è stata recata” Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 17 settembre 2021 alle 10:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print