“La scelta del presidente Berlusconi di far proseguire il processo Ruby Ter anche in sua assenza è una esemplare lezione di civiltà giuridica che segna un abisso con il pervicace accanimento della pubblica accusa nei suoi confronti. La pretesa del tribunale di Milano di sottoporlo a una perizia psichiatrica  permanente è un insulto, oltre che alla logica, alla innegabile statura di un uomo di Stato che, nonostante la persecuzione giudiziaria senza precedenti che ha dovuto subire, ha sempre svolto un insostituibile ruolo di stabilizzatore delle istituzioni anche nei momenti più difficili. La sua scelta è quindi perfettamente in linea con la sua storia personale e politica, nella convinzione profonda della sua assoluta innocenza”.

Lo scrivono in una nota i presidenti dei gruppi parlamentari di Forza Italia Anna Maria Bernini e Roberto Occhiuto.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 16 settembre 2021 alle 19:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print