Ok alla mozione per ottenere più poteri e risorse per Roma. Ma a convincere poco sono i tempi. Giulio Pelonzi, capogruppo del Pd in Campidoglio, è agrodolce nei confronti dell'amministrazione Raggi: "Circa un anno e mezzo fa l'Assemblea capitolina ha votato all'unanimità il percorso istituzionale che avrebbe dovuto portare alla definizione di una proposta da inviare al Governo ed al Parlamento ma non è stato fatto nulla. Solo ora in campagna elettorale la sindaca Raggi sente l'esigenza di riprendere il percorso della riforma. Il tempo trascorso inutilmente rischia di far perdere alla città una grande occasione proprio nell'anno in cui si celebra il 150mo di Roma Capitale. Il Governo ha già da mesi una bozza di riforma, la Regione Lazio due anni fa ha proposto una delega di poteri alla Capitale ma entrambe non hanno trovato un interlocutore concreto da parte del Campidoglio. Ora serve passare dalle parole ai fatti. Si deve attivare la commissione consiliare per Roma Capitale per arrivare ad un serio confronto istituzionale e con le forze intellettuali, sociali e produttive della città per arrivare alla formulazione di una proposta entro le prossime settimane. L'isolamento politico ed istituzionale che ha caratterizzato l'azione sindaca non ha contribuito a rafforzare il peso della Capitale. Anche sul recovery plan siamo in forte ritardo. La lista da 25 milioni inviata dal Campidoglio al Governo senza aver consultato le opposizioni e le forze vive della città è priva di priorità e rischia di essere un buco nell'acqua. Giusto costruire subito un patto per Roma come chiesto dalle forze politiche e sociali per far pesare così la Capitale nella discussione sul next generation Ue e ridarle quel ruolo che merita i Italia e nel mondo. Come gruppo Pd Campidoglio siamo sempre pronti a fare la nostra parte per il bene della città".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 20:10 / Fonte: Agenzia Nova
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print