"In un Paese civile i generali in attività non fanno politica e non vanno in TV a commentare le parole del Presidente della Repubblica. La democrazia prevede un rispetto delle Istituzioni e delle funzioni. È lo stesso principio per cui non si elegge il capo dei servizi segreti alla guida del Paese: spero che adesso sia finalmente più chiara la mia battaglia di due anni fa. Il generale Vannacci ha tutto il diritto di fare politica: si tolga la divisa, dimettendosi, e si candidi dove vuole. Ma finché è in attività rispetti le regole: l’Esercito difende la Patria e forma i soldati, non aspiranti influencer per talk show.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 26 agosto 2023 alle 17:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print