"Stanno strumentalizzando la tragedia di Kashoggi perché non hanno altro a cui aggrapparsi in Italia. La questione saudita è stata posta da quel noto statista di Di Battista, uno che apprezzava Maduro e definiva Obama golpista e non capisce che l'Arabia è il baluardo contro il fondamentalismo. E ovviamente dai più rancorosi del Pd. Credo di essere la loro ossessione. Se parlassero un po' più di idee e un po' meno di me, ci guadagnerebbero almeno in salute".

Lo dichiara Matteo Renzi, oggi, in un'intervista a Il Giornale.

"Avverto un clima di odio e di rabbia che cova in una parte dell'establishment di questo Paese rimasto legato agli equilibri del governo passato che non si dà per vinto" prosegue. "Sono molto felice che una delle nostre battaglie storiche, cioè quella di rimuovere Arcuri e sostituirlo con le professionalità dell'esercito, sia stata fatta propria da Draghi. Il motivo c'era - sottolinea. E sulla riforma della giustizia, commenta. "Sono certo che se ci sarà discontinuità anche sulla giustizia penale, anche sulla prescrizione, diamo tempo al tempo, senza ansia arriveremo anche ad affrontare questi problemi. Anche perché in questo Parlamento c'è già una maggioranza garantista. Conte a capo dei 5Stelle? La scelta di Conte rende ancor più palese la politica masochista del Pd e di Zingaretti - spiega Renzi. Si sono immolati sull'altare di Conte, mi hanno descritto come un nemico di classe per aver fatto cadere il governo guidato da lui, lo avevano indicato come il capo della coalizione giallorossa e ora se Io ritrovano leader dei 5 Stelle!? Leader di un partito concorrente. Non ho parole. Penso che sia stato il più spettacolare autogol nella storia della politica" conclude.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 10:10
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print