“Vale la pena di produrre tutto lo sforzo verso l’asintomatico, che lo vediamo è destinato dopo 5/6 giorni a negativizzarsi, che vuol dire il tracciamento, lo sforzo di tutte le persone che ha frequentato a stare in quarantena. Io penso che dobbiamo tracciare tutti i positivi, che sia sintomatico o asintomatico ma deve stare a casa, ma dobbiamo prevedere per quest’ultimo e dovremmo ridurre i termini dell’isolamento e non prevedere la quarantena per chi è venuto in contatto con lui”. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente Regione Toscana, a 24 Mattino su Radio 24.
Regole Covid – Giani, presidente Regione Toscana, a 24 Mattino su Radio 24: Mia ordinanza ha funzionato, assurdo tenere a casa 15-20 giorni per un mancato certificato
“Dopo che si è raggiunta la negatività al tampone la persona lo comunica e nella comunicazione la Asl ha 24 ore di tempo per il fine isolamento. Se per motivo di ingolfamento come è accaduto in questi giorni la Asl nelle 24 ore non rilascia il certificato di fine isolamento vale il silenzio-assenso come tante volte è stato fatto, quindi la persona può rimettersi in movimento. L’ordinanza ha funzionato perché era assurdo che per problemi burocratici le persone stessero a casa anche per 15/20 giorni a casa per non aver ricevuto il certificato di guarigione”. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente Regione Toscana, a 24 Mattino su Radio 24.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 14 gennaio 2022 alle 12:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print