Giuseppe Brescia (M5S), presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, è intervenuto ai microfoni di Radio Anch'io su Radio1: "La riduzione del numero dei parlamentari è una svolta epocale votata favorevolmente da tutti i partiti in Parlamento. Tutti i correttivi costituzionali sono già in campo. Alla Camera è in fase avanzata l'iter sulla proposta a prima firma Fornaro che adegua la base elettorale del Senato e il numero dei delegati regionali per l'elezione del Capo dello Stato. Spero che possa essere approvata in prima lettura a Montecitorio prima del referendum. Al Senato manca solo l'ok dell'aula alla riforma dell'elettorato attivo e passivo, per far votare i 18enni e permettere ai 25enni di diventare senatori. Tutte queste riforme sono partite per tempo e sono state rallentate solo dall'emergenza Coronavirus. Con la riduzione del numero dei parlamentari ogni parlamentare avrà più prestigio sul territorio. Il concetto di rappresentanza è profondamente cambiato rispetto a quando è stata scritta la Costituzione, anche grazie alla tecnologia".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 10:50 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print