"Nessuna revisione o riflessione, il redditometro non va neanche pensato e nominato. Bisogna intensificare le attività di controllo e accertamento, ma senza usare strumenti troppo invasivi che violano la privacy fiscale degli italiani, perché bisogna tutelare i milioni di cittadini e imprenditori onesti che pagano sempre le tasse. Noi crediamo che il modo migliore, oltre a effettuare controlli equi, sia anche di continuare sulla linea di questo governo di abbassare la pressione delle tasse che è la vera lotta all'evasione fiscale". Lo dichiara in una nota il deputato di Forza Italia, Mauro D'Attis.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 27 maggio 2024 alle 16:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print