"Libertà, diritti e principi democratici devono essere un faro nell'utilizzo dei fondi Recovery: bene la battaglia che stanno conducendo la Commissione europea e il gruppo Renew Europe. Al centro del progetto europeo vanno riportati i diritti fondamentali dell’ uomo ed è per questo che vanno poste condizionalità nell’accesso alle risorse del Bilancio e del Recovery Fund nei confronti di quei Paesi membri che non rispettano i valori comunitari. Il Primo Rapporto sullo stato dei diritti lo certifica: i paesi cosiddetti frugali e sovranisti non possono pretendere di beneficiare dell'appartenenza all'Unione europea se non ne rispettano la cultura democratica", così in una nota la senatrice di Italia Viva Nadia Ginetti.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 23:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print