“Il reddito di cittadinanza non ha abolito la povertà ma ha favorito truffe e assurdi approfitti, ha favorito la logica del divano a spese dello Stato. Ora grazie ad un emendamento di Fratelli d’Italia a mia prima firma e approvato ieri notte al Dl Aiuti, abbiamo posto le basi per abolire la logica dei divani clientelari. Abbiamo previsto che un datore di lavoro potrà proporre l’assunzione direttamente ad un percettore di Rdc che, in caso di rifiuto perderà una delle due opzioni che gli consentono di percepire il sussidio. E’ il classico uovo di colombo, una soluzione di buonsenso, che ieri è stata riconosciuta come tale da maggioranza e governo. Si apre una breccia nel muro del Reddito di cittadinanza, un primo passo molto importante che segnala come la maggioranza delle forze politiche, fatta eccezione per i 5 stelle, riconoscano il clamoroso fallimento del Rdc gettando obbligatoriamente le basi per una sua completa revisione. Con le risorse risparmiate grazie a questo emendamento il Governo deve adesso impegnarsi ad abbassare la tassazione sulle buste paga dei lavoratori”.

Lo dichiara Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo FdI in commissione Attività produttive, commercio e turismo.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 02 luglio 2022 alle 12:15
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print