“In Italia la Meloni taglia il reddito di cittadinanza, l’Europa invece lo prende a modello. La Commissione Occupazione e Affari sociali del Parlamento europeo ha chiesto infatti ufficialmente il varo di una direttiva europea sul reddito minimo adeguato per raggiungere l'obiettivo di ridurre la povertà di almeno la metà in tutti gli Stati membri entro 2030, garantendo al contempo l'integrazione delle persone nel mercato del lavoro. Si tratta di un voto importante considerato che, nel 2021, quasi 100 milioni di cittadini europei erano a rischio povertà ed esclusione sociale, un numero che rappresenta il 21,7% della popolazione dell’UE. Noi non lasceremo nessuno indietro e chiediamo che adesso la Commissione europea lavori a un testo da presentare al più presto al Parlamento europeo”, così in una nota Mario Furore, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 24 gennaio 2023 alle 22:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print