Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e capogruppo in Commissione di Vigilanza Rai, scrive in una nota: "Le ricostruzioni dell'incontro tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e l'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, destano non poca ilarità e molta preoccupazione. Soprattutto perché, a leggere gli interessanti report dei 5stelle è come se all'incontro - in teoria a porte chiuse tra due persone - avessero assistito occhi e ascoltato orecchie indiscrete. Come fa infatti l'onorevole Carelli ad essere certo che nel colloquio con Conte, Salini non abbia mai chiesto "un'estensione del suo mandato"? E come fa a sapere che ha invece espresso "una necessità di riforma della governance della Rai"? Ma il servizio pubblico voluto dai 5stelle non era quello lontano dai partiti e distinto dalla politica? Come fa dunque l'onorevole Carelli a conoscere così nel merito i contenuti del colloquio tra il manager del servizio pubblico e il presidente del Consiglio?".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 20:00
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print