“In vista dell’imminente scadenza del Cda della Rai il Parlamento riveste una funzione fondamentale per la nomina dei nuovi consiglieri. La legge prevede che, a partire da 60 giorni prima della scadenza del mandato, i presidenti delle Camere procedano con la pubblicazione dell’avviso per la selezione dei 4 consiglieri di nomina parlamentare. Il mandato dell’attuale Cda scade con l’approvazione del Bilancio 2020, che in base alla legge va approvato entro 120 giorni dal 31 dicembre, quindi entro il 30 aprile 2021. Già dal primo marzo, quindi, i presidenti delle Camere possono procedere con la pubblicazione degli avvisi e lo stesso è tenuta conseguentemente a fare la Rai, con l’avvio della procedura per l’elezione del consigliere scelto dai dipendenti”. E’ quanto scrive il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, in una lettera inviata al presidente della Camera, Roberto Fico. 

“Alla luce di queste chiare scadenze – prosegue Anzaldi nella lettera a Fico – e per non incorrere in ritardi che potrebbero danneggiare la gestione del servizio pubblico, Le chiedo di valutare se non sia doveroso, in coordinamento con la presidente del Senato Casellati, che la presidenza della Camera proceda subito con la pubblicazione degli avvisi per la selezione dei nuovi consiglieri Rai. Alla luce della delicata fase pandemica che sta attraversano il Paese e nel momento in cui si è insediato il nuovo Governo Draghi, appare ancora più urgente assicurare al più presto al servizio pubblico la nuova governance, affinché non si perda tempo con la programmazione dei nuovi palinsesti e il passaggio di consegne per la gestione dell’azienda, in particolare per quanto riguarda un settore fondamentale come l’informazione, su cui la tv pubblica ha un ruolo da protagonista riconosciuto dalla Concessione e dal Contratto di Servizio”.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 18:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print