“Ancora un ospite politico a Isoradio, casualmente ancora un esponente leghista (l’onorevole Morelli): è stato modificato il Contratto di Servizio a insaputa del Parlamento? E’ evidente, infatti, che aver trasformato il palinsesto di Isoradio in una fotocopia di quelli delle emittenti generaliste è una palese violazione dell’articolo 13 del Contratto di Servizio, perché Isoradio è un canale di pubblica utilità che deve occuparsi di infomobilità e non di politica”. Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. 

“Possibile che il Governo Draghi – prosegue Anzaldi – non faccia nulla di fronte a questo grave snaturamento di un canale di servizio pubblico, trasformato in ‘IsoLega’ dopo le assunzioni selvagge dell’attuale direttrice Mariella di collaboratori e conduttori vicini ad esponenti della Lega, dal biografo di Salvini alla testimone di nozze di un deputato leghista? Presento un’interrogazione ai ministri Giorgetti e Franco, i ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Economia devono dare una risposta pubblica su questa vicenda. La Corte dei Conti, il Cda, l’Usigrai, l’Agcom davvero possono rimanere in silenzio?”. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 20:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print