"Sono gli ultimi mesi della legislatura, avremo tempo e modo di dividerci in campagna elettorale ma fino ad allora serve la massima unità non solo nella maggioranza ma, sulle questioni di interesse nazionale, è necessaria nel Paese. C'è una grave crisi internazionale in corso e delle scadenze da rispettare per l'attuazione del PNRR. Questa è la stagione dei doveri per tutti. Dagli enti locali ai ministeri altrimenti il PNRR, che ricordo sempre è stato ottenuto dall’Italia nel 2020 con l’impegno assoluto in Europa e il voto favorevole del centrosinistra ma contrario di tutti i partiti di centrodestra, rischia di non essere attuato. Ora il PNRR è patrimonio di tutti, e questo è un bene, ma i tempi di attuazione vanno rispettati. Ognuno deve fare il proprio dovere. Devono accelerare sui territori Comuni e Regioni ma i Ministeri devono essere ogni giorno al servizio degli Enti locali e delle imprese. Ci sono cose che ci preoccupano e, anziché fare polemiche, il Partito democratico preferisce dare soluzioni. Siamo preoccupati per i ritardi dei bandi sul digitale perché su scuola, sanità, backhauling e 5G il rischio è che i tempi di aggiudicazione, previsti al 30 giugno, non siano rispettati e su questi aspetti non possiamo permetterci ritardi. In Parlamento faremo di tutto per aiutare governo e Enti locali a realizzare in tempi rapidi gli investimenti". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, in diretta a Rainews 24.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 21 maggio 2022 alle 15:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print