“Il Partito democratico è al lavoro in Parlamento per aiutare il governo sulla spesa del PNRR, semplificando al massimo le procedure di spesa. Siamo preoccupati per l’allarme lanciato dai sindaci e dai presidenti di Regione sulla fase di attuazione del PNRR. I bandi che vengono annunciati dai ministeri devono, poi, essere attuati sui territori. Molti sindaci, soprattutto dei comuni più piccoli, lamentano una carenza di risorse umane e competenze in grado di progettare e attuare una parte degli investimenti del PNRR. Dalla scuola, alle infrastrutture locali, dalla sanità pubblica, al trasporto pubblico locale, fino alla transizione ecologica e alla transizione digitale. L’impegno del PD al fianco delle Regioni e degli Enti locali è di poter utilizzare nel breve competenze esterne, anche dalle università, e procedure più snelle e veloci per il reclutamento di personale nelle amministrazioni pubbliche. Nei prossimi mesi si dovranno trasformare le parole in progetti concreti che l’Europa vaglierà e per farlo dobbiamo ascoltare i territori. Quella del Partito democratico è una preoccupazione costruttiva che sottoporremo al dibattito del Parlamento perché vogliamo fare le cose per bene, senza tradire l’alta aspettativa che c’è in Italia sul PNRR né sprecare un’occasione storica per ridurre le disuguaglianze nel Paese da sud a nord”. Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, in un’intervista a Radio radicale.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 26 novembre 2021 alle 11:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print