“Abbiamo lasciato alle spalle la stagione del Covid, ma come prevedibile ci restano in eredità i sospetti che alcuni abbiano fatto sciacallaggio e si possano essere approfittati di quella drammatica situazione per favorire o fare direttamente affari. L’indagine aperta dalla procura europea a carico del presidente Von Der Leyen è necessario che porti velocemente a delle conclusioni perché non vorremmo mai che subisse metodi da giustizia italiana a orologeria. Di sicuro però un chiarimento da parte sua aiuterebbe a dissipare le nebbie. Comunque, al di là delle valutazioni di merito di pertinenza della magistratura europea, c’è comunque un sottofondo nebbioso che appartiene all’attuale commissione Ue e a Von Der Leyen. Una conferma in più, se mai ce ne fosse bisogno, della necessità di discontinuità rispetto a chi ha gestito in questi anni il governo europeo. Altrimenti sarebbe come se qualcuno pensasse possibile tenere uno Speranza ministro della Sanità in un governo di centrodestra”.

Così il deputato della Lega Stefano Candiani, capogruppo in commissione Affari Ue.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 02 aprile 2024 alle 12:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print